Alla morte di Giovanni, suo figlio Livio eredita il Pastificio mentre l’altro figlio Lionello recupera l’esercizio del forno e il negozio di generi alimentari.