I famosi Gigli Fiorentini Fabbri con cardi per rappresentare il Pastificio ai “Primi d’Italia”

Da 15 anni, Il Pastificio Fabbri è Partner del Festival Nazionale dei Primi Piatti :”I Primi d’Italia”. Ogni anno, il Pastificio viene consultato e dà consigli per cuocere la pasta.  Pasta, riso, zuppe, gnocchi, polenta ma anche i prodotti agroalimentari indispensabili per la creazione di un gustoso primo, sono i protagonisti della maratona culinaria più appetitosa d’Italia. Una manifestazione che veste a festa l’intero centro storico di Foligno, promuovendo a tutto tondo la cultura del primo piatto in tavola. Quattro giorni all’insegna di degustazioni continuative, lezioni di cucina, dimostrazioni di grandi Chef, produzioni alimentari di qualità, ma anche momenti di spettacolo e di intrattenimento. Un universo di degustazioni continuative e di cultura alimentare, dove tutte le vie portano al gusto. Vedi il sito internet : http://www.iprimiditalia.it/partner/  

Estratto dal libro pubblicato per il XVII° Festival Nazionale “I Primi d’Italia” – Edizione 2015:  

GIGLI FIORENTINI Il giglio raffigurato nella sua fase di piena fioritura, è il simbolo indiscusso di Firenze fin dall’XI secolo. L’origine, come il nome della città, deriva dal giaggiolo (iris fiorentino), il tipo di fiore più numeroso e florido che coloriva e profumava i dintorni della città. Questo formato riprodotto fedelmente e con abile maestria dal Pastificio Artigiano Fabbri, rappresenta un omaggio a Firenze e alle sue innumerevoli bellezze artistiche e paesaggistiche. 

Ricetta consigliata

Gigli Fiorentini ai cardi

Ingredienti per 4 persone:

400 g di Gigli Fiorentini Pastificio Fabbri
500 g di cardi
Farina
1/2 tazza di latte
50 g di formaggio grattugiato
Olio extravergine d'oliva
Sale e pepe

Procedimento:  Pulire i cardi eliminando i filamenti e tagliarli a pezzetti, lessarli per circa 30 minuti e lasciarli raffreddare. Infarinare e rosolare i cardi nell’olio; non appena coloriti, aggiungere sale, pepe e il latte mescolando a fuoco medio fino ad ottenere una salsa omogenea. Cuocere la pasta in abbondante acqua salata e scolare al dente: versare in padella e saltare nella salsa di cardi, servire spolverando con formaggio grattugiato.”