Qualità e tradizione che prosperano nel Chianti grazie a Giovanni Fabbri

Toscanaqui – n° 4, 2008 (Qui scaricare l’articolo originale)

 

Estratto dell’articolo :

Qualità e tradizione che prosperano anche nel Chianti grazie a Giovanni Fabbri, quarto discendente di mastri pastai, che con i suoi 1500 quintali l’anno, promulga le conoscenze tramandate dai progenitori, i quali, già alla fine del ‘700, detenevano un operoso mulino a Cintoia. Oggi, Giovanni Fabbri privilegia i grani toscani fra i quali il Cappelli del Chianti dell’azienda Marinai, grazie al quale stila i profumati “stracci toscani” fiore all’occhiello del pastificio, trafilati a bronzo ed essiccati a basse temperature, come le “pappardelle di San Lorenzo” e gli spaghetti, delizie apprezzate dagli chef di fama internazionale.

Pagg. 41-44