di Pierre Guichard

Nel 1959-1960, il Pastificio Fabbri si spostò definitivamente nell’attuale sede al n. 18 della Piazza Emilio Landi dove si trovavano le stalle. I lavori durarono 2 anni e l’azienda riaprì nel 1961. Nel 1965, Giovanni (pronipote ed omonimo del fondatore dell’azienda di famiglia) entrò nel Pastificio a fianco di suo padre Renzo, all’età di 16 anni. Tutt’oggi, Giovanni Fabbri continua a controllare il corretto svolgimento del processo di pastificazione e di essiccazione. 

Titolare del Pastificio 

Renzo Fabbri (nipote di Giovanni, fondatore dell’azienda) insieme al padre Livio scomparso nel 1966

Salario orario del Pastaio nel 1961

Salario orario del Pastaio nel 1965

139,55 lire per le donne / 183,40 lire per gli uomini

234,25 lire per le donne / 284,95 lire per gli uomini

Libro di paga mensile del Pastificio da novembre 1961 a ottobre 1965 (Museo Fabbri)

Libro di paga mensile del Pastificio da novembre 1965 a ottobre 1969 (Museo Fabbri)

I pastai (1961-1969)

Miniati Giovanna, figlia di Federico, nata a Greve il 15 marzo 1925. Initio rapporto: 1 marzo 1945. Fine rapporto: 30 giugno 1968

Pratesi Orlando, figlio di Pietro, nato a Greve  il 22 ottobre 1915. Initio rapporto: 1 settembre 1951

Vitali Fortunato, figlio di Antonio, nato a Bagno a Ripoli  il 26 aprile 1927. Initio rapporto: 5 marzo 1953

Lapini Dino, figlio di Giovanni, nato a Greve  il 24 ottobre 1920. Initio rapporto: 1 gennaio 1955

Lapini Franco, nato a Greve  il 27 novembre 1935. Initio rapporto: 20 ottobre 1959

Referenze

SA A3 6, Libro paga mensile, novembre 1961-ottobre 1965, Museo Fabbri

SA A3 7, Libro paga mensile, novembre 1965-ottobre 1969, Museo Fabbri